Quando lavi i denti perdi sangue? Non sottovalutare il problema

Il sanguinamento delle gengive è un problema da non sottovalutare

Le gengive non dovrebbero mai sanguinare, essere arrossate o gonfie. Può succedere di notare, durante la quotidiana igiene orale, sangue su denti e gengive o trovarne traccia in bocca o nella saliva. Si tratta di un fenomeno abbastanza comune, ma non è da sottovalutare in quanto può essere un campanello d’allarme, sintomo di patologie anche gravi.

PERCHÈ LE GENGIVE SANGUINANO?
Le gengive sanguinanti sono, nella maggior parte dei casi, un chiaro segnale di un processo infiammatorio in atto. Quest’ultimo è dovuto principalmente ad un’inadeguata rimozione della placca da denti e gengive. L’infiammazione gengivale che ne segue, se non trattata, può evolvere prima in gengivite e poi in parodontite. Il problema risulta evidente quando oltre al sanguinamento, che può diventare persistente e cronico, è possibile notare arrossamento e gonfiore del margine gengivale.

COSA FA SANGUINARE LE GENGIVE?
Oltre all’insufficiente igiene orale, le gengive che sanguinano possono essere la conseguenza di svariate condizioni:

• L'uso di anticoagulanti o aspirina (dosi eccessive possono provocare emorragie spontanee o causate dallo spazzolamento dei denti)
• Carenze di vitamina C (Scorbuto) o vitamina K
Dieta sbilanciata o scarsa di frutta e verdura
• Disturbi della coagulazione del sangue
• Cambiamenti ormonali durante la gravidanza o il ciclo mestruale
Fumo
Malocclusioni dentali
• Malattie non legate direttamente a bocca e gengive (es. diabete)

In aggiunta a queste cause sono da sottolineare anche abitudini errate come uno spazzolamento dei denti troppo energico o l'uso improprio del filo interdentale. Si consiglia di sottoporre all’attenzione dello specialista i sintomi riscontrati e l’eventuale presenza di una o più delle condizioni sopraccitate. Questo permetterà di elaborare una corretta diagnosi, attuare una terapia adeguata e ricevere consigli di prevenzione mirati.

COME FERMARE IL SANGUINAMENTO
Si consiglia di fissare una visita di controllo dallo specialista in parodontologia che individuerà le cause e proporrà il miglior trattamento per risolvere il sanguinamento gengivale. Le terapie variano in base alla gravità del problema riscontrato. Lo specialista fornirà tutti i consigli di prevenzione utili a contrastare il problema, come il corretto uso dello spazzolino e del filo interdentale, l’uso di collutori specifici privi di alcol, la riduzione di alimenti che favoriscono l’accumulo di placca e una dieta sana ed equilibrata. Se il sanguinamento delle gengive è causato da problemi gravi, o che richiedono la collaborazione di uno o più specialisti in altri rami odontoiatrici e medici, verrà studiato su misura un piano cure adeguato.

PREVENIRE È MEGLIO CHE SANGUINARE
È importante seguire le indicazioni del dentista per mantenere le gengive sane. La miglior prevenzione resta un'adeguata igiene orale: uno spazzolino a setole morbide, dentifrici specifici per gengive sanguinanti e l'uso quotidiano del filo interdentale. Di fondamentale importanza sono la pulizia professionale, per evitare l’accumulo di tartaro tra denti e gengive, e le visite periodiche di igiene, profilassi e prevenzione.

PER LE VOSTRE GENGIVE: SANE, SEMPRE!
Prima visita parodontale gratuita e sconto del 10% per la terapia consigliata.

La nostra équipe è pronta ad accogliervi! I nostri centri D.O.C. DENTISTI sono a:

Cantù +39 031 711969   |   Gerenzano +39 02 96480378